Cari Amici, il 24 luglio 2018 ho rassegnato le mie dimissioni da Presidente del S.A.Ta.M. con effetto immediato.

Resto nel Sindacato e nel Consiglio Provinciale per onorare un impegno preso in sede Assembleare il 5 marzo 2016.
 
Tale decisione, è da attribuire, essenzialmente, alla impossibilità da parte mia di proseguire e portare avanti con passione, impegno, abnegazione e con la necessaria serenità un ruolo così importante nell’Associazione Sindacale, ma che non può prescindere da un rapporto di fiducia.
 
Il venir meno di tale condizione mi ha indotto a dover compiere una riflessione non certamente facile. 
 
Pertanto ho preferito mettere da parte l’orgoglio personale e la voglia di mantenere a tutti i costi la carica di Presidente che richiede dedizione ed energie e dopo sofferta valutazione e non senza rimpianto, ho rassegnato le mie dimissioni.
 
La mia passione sindacale in tutti questi anni non avrebbe avuto senso, se non ci fosse stato il personale impegno dei colleghi.
 
Il mio personale ringraziamento è pertanto rivolto ad ogni collega che in questi anni mi ha incoraggiato nell’attività sindacale.
 
A Voi trasmetto un messaggio positivo di incoraggiamento: crediate in voi stessi, nelle vostre capacità, nelle vostre competenze, nel vostro bagaglio professionale, culturale ed umano.
 
A voi chiedo di orientare la vostra attività lavorativa, al rispetto dei canoni formali e sostanziali della legalità, della trasparenza e della integrità morale del vostro agire.
 
Ai dirigenti sindacali dico: siate al servizio della Categoria, senza essere servi di nessuno!
 
Amici e Colleghi nel rinnovarvi i sentimenti della mia più profonda gratitudine, porgo a tutti voi affettuosi saluti.
 
Ci vediamo in piazza! 
 
Milano, 1 agosto 2018