Oggetto: Determina Dirigenziale n. 209 del 29 luglio 2013 – Ordinanza Tar Milano n. 1131/13.

Il sottoscritto consigliere,
Premesso

• che, con Determina Dirigenziale n. 209 del 29 luglio 2013, la Direzione Centrale Mobilità Trasporti Ambiente ha fornito una serie di indicazioni e modalità operative inerenti lo svolgimento del servizio di noleggio con conducente;

• che, con ricorso al Tar Lombardia Milano R.G. n. 2210/2013, una associazione e alcuni operatori Ncc hanno impugnato la suddetta Determina assumendone la illegittimità sotto diversi profili di diritto;

• che il Tar Lombardia – con ordinanza n. 1131/13 – ha sospeso l’efficacia della richiamata Determina, individuando, sin dalla fase cautelare, la sussistenza di una serie di potenziali errori nell’applicazione della disciplina legislativa vigente;

Atteso

• che il Coordinamento delle Organizzazioni di Categoria Taxisti e Radiotaxi ha programmato un presidio di protesta per lunedì 10 febbraio 2014 dalle ore 16.00 alle ore 20.30 in Piazza della Scala e proclamato il fermo del servizio Taxi su tutto il territorio del bacino aeroportuale lombardo per giovedì 20 febbraio 2014 dalle ore 8.00 alle ore 22.00.

Considerato

• che il comparto del settore trasporto persone – Autoservizi pubblici non di linea – a Milano è oramai da considerarsi un mercato ‘drogato’ dalla forte presenza di operatori abusivi in danno degli operatori regolarmente autorizzati dal Comune di Milano;

Valutato

• che una eventuale sentenza del Tar Lombardia che annullasse la Determina n. 209/2013, in quanto frutto – sebbene anche solo in parte – di errori degli Uffici nella lettura della normativa vigente e nella relativa trasposizione operativa, potrebbe costituire un duro contraccolpo alla lotta per la legalità che stanno portando avanti le Associazioni sindacali dei taxisti e Ncc che operano legittimamente nel settore, le cui istanze questa Amministrazione Comunale deve continuare a difendere e rappresentare;

• che, anche al fine di evitare strumentalizzazioni di sorta, si riterrebbe ragionevole procedere con una revoca d’ufficio della Determina n. 209/2013, prima dell’udienza di merito fissata dal Tar il prossimo 23 aprile 2014, e ad una sua contestuale – quanto immediata – sostituzione con una nuova delibera che disciplini correttamente lo svolgimento del servizio di trasporto non di linea nella città di Milano, ponendo un freno al fenomeno dell’abusivismo;

Interroga il Sindaco e gli Assessori competenti per materia per sapere

i. se la Giunta, l’Assessorato e/o gli Uffici competenti hanno preso in considerazione l’opportunità politica e giuridica di revocare d’ufficio la Determina n. 209/2013;

ii. in caso di risposta negativa, quali sono le ragioni e motivazioni politiche e giuridiche che supportano tale decisione;

iii. quali sono le azioni che stanno ponendo in essere la Giunta, l’Assessorato e/o gli Uffici competenti al fine di contrastare il fenomeno dell’abusivismo nel settore Taxi/Ncc nelle more della decisione del giudizio R.G. n. 2210/2013, ad oggi pendente dinanzi al Tar Lombardia di Milano.

Milano, 3 febbraio 2014

Raffaele Grassi