VALORI PER MILANO: Pisapia, adesso un nuovo Amministratore Delegato.

 

“Si rende necessaria una figura di grande acume e ingegno per completare la squadra e dare inizio a un lavoro di Equipe organico e ben coordinato.”

 

Un primo forte segnale di concretezza per Expo 2015 stato dato dal Presidente del Consiglio, Enrico Letta, che arrivato l’altro ieri a Milano per firmare il decreto con cui l’amministratore delegato Giuseppe Sala viene nominato commissario unico con il conferimento di poteri speciali.
Scelta del tutto condivisa e sostenuta per l’alto profilo e le capacità notevoli che occorreranno per traghettare tutto l’impianto e l’assetto organizzativo dell’esposizione mondiale dal ristagno alla piena realizzazione per non rischiare la debacle.
Punto nevralgico dell’incontro rimane il tema della legalità e l’inflessibilità di fronte alle infiltrazione malavitose e della criminalità organizzata. Tutto ci che ruota attorno ad Expo ambitissimo e per fare in fretta si rischia di incorrere in accordi ed appalti non proprio cristallini.
Dopo l’incarico al dr. Giuseppe Sala che ha tutto il nostro incoraggiamento per l’impegno assunto, occorre procedere alla nomina del nuovo amministratore delegato.
Si rende necessaria una figura di grande acume e ingegno per completare la squadra e dare inizio a un lavoro di Equipe organico e ben coordinato.
Sono stati fatti i nomi più disparati ma, a mio avviso, la ricerca del nuovo a.d. deve mirare, sostanzialmente, alle competenze e alla straordinarietà di saper coniugare abilità ed esperienza per un progetto di successo e di sicura riuscita.
Il percorso lungo e laborioso; la scadenza oramai prossima e le opere da finire sono innumerevoli. Lo stato dei lavori, ad oggi, incita ad una corsa senza ostacoli.
Una buona governance e un team di figure eccezionali compiranno il miracolo di realizzare Expo 2015 di cui non solo Milano ne beneficerà, ma che può trasformarsi nell’evento promotore e trainante della fatidica ripresa del nostro Paese.

Expo2015